Torta al vino rosso, ricetta della torta ubriaca

Torta al vino rosso, ricetta della torta ubriaca con cioccolato e cannella

Tra le tante varianti che possiamo trovare per una torta al cioccolato, diciamo, classica, una delle più interessanti è la torta al vino rosso, detta anche torta ubriaca. In realtà, ubriaca è poco, perché di vino non ce n’è molto e comunque non si sente più di tanto (per cui anche chi non lo beve per qualsiasi motivo non ne risentirà), ma il vino aiuta a dare una nota davvero originale nella preparazione di questa torta.

Si tratta di una torta da mangiare calda, e il sapore, per chi lo ha assaggiato, è quello intenso del Vin Brulé, dove il sapore del cioccolato si mescola a quello del vino, ma senza alcool perché evapora durante la cottura. La torta al vino rosso è un esperimento che potrebbe sembrare banale, ma è molto interessante: ecco quindi come realizzarla.

Torta al vino rosso Ingredienti per 4 persone

  • 200 g di farina, che servono per l’impasto;
  • 150 g di zucchero
  • 100 g di burro
  • 3 uova
  • 100 g di cioccolato fondente in barrette, da sciogliere.
  • 150 ml di vino rosso. Non importa la qualità del vino, perché la lunga cottura ne altererà le proprietà, ma l’importante è che sia rosso e non bianco.
  • Mezzo cucchiaino di cannella;
  • Lievito;
  • Un pizzico di sale.
  • Zucchero a velo, se la torta non è glassata.

Per la glassa:

  • 100 ml di panna liquida;
  • 150 g di cioccolato fondente.

Preparazione della torta ubriaca

torta ubriaca

torta ubriaca

La prima cosa da fare per preparare la torta ubriaca è sciogliere il cioccolato insieme al burro in una ciotola d’acciaio oppure di vetro a bagnomaria, per evitare che si possa bruciare tutto. Consiglio anche di evitare il forno a microonde, perché non scioglie gli ingredienti (il cioccolato in particolare) in modo uniforme, e questo potrebbe essere un problema nelle fasi successive della preparazione. Se vuoi approfondire ti suggerisco di leggere la guida sul sito Ricettatortacioccolato.it

Dopo averlo sciolto fate attenzione che non si siano formati i grumi, perché altrimenti la cottura del dolce, nelle fasi seguenti, non sarebbe omogenea e potrebbe dare dei problemi nella lievitazione.

In un’altra ciotola, bisogna montare le uova, che dovranno comprendere sia i tuorli che gli albumi. Mentre si monta, è importante mettere anche lo zucchero all’interno della montata, aggiungendolo poco a poco, fino ad ottenere un composto spumoso.

Le due ciotole adesso andranno unite, e le due creme mescolate bene fino ad avere una crema omogenea di colore chiaro.

Aggiungiamo il vino rosso mentre continuiamo a mescolare lentamente, perché il vino si disperda bene nell’impasto del cioccolato e alla fine non sia più riconoscibile rispetto al resto degli ingredienti.

A questo punto bisogna aggiungere al composto la farina, il lievito e la cannella, oltre che al sale per accentuare un po’ il sapore della torta (basta che sia poco, comunque). Mettiamo insieme tutti questi ingredienti, ancora secchi, in una ciotola a parte, quindi versiamoli nell’impasto contenente il cioccolato e il vino, nell’altra ciotola. Bisogna versare piano piano, e mescolare continuamente per far sì che la farina e il resto si amalgamino al cioccolato; alla fine l’impasto dovrebbe tornare più sodo rispetto al normale, ma comunque non dovrebbero essere presenti grumi.

L’impasto del dolce a questo punto è completo: non resta che metterlo in una teglia, precedentemente imburrata perché non si attacchi alle pareti, e quindi mettere in forno, che dovrà essere stato preriscaldato a 180 gradi.

Si lascia quindi cuocere per circa 50 minuti, e si può controllare la cottura con la “prova stecchino“, quando il tempo è passato; se lo stecchino messo nel dolce rimane asciutto, significa che è cotto e possiamo togliere dal forno.

A questo punto possiamo ricoprire con zucchero a velo (soluzione semplice) oppure preparare appositamente una glassa al cioccolato (soluzione complessa); nel secondo caso è opportuno fare dei tagli profondi un centimetro circa sulla superficie del dolce, per fare in modo che la glassa penetri all’interno dell’impasto.

Per preparare la glassa, servono 150 grammi di cioccolato fondente e 100 ml di panna liquida, che faremo scaldare in un pentolino fin quando il cioccolato non sarà sciolto e sarà possibile mescolare tutto il composto, che andrà versato sulla torta.

Da notare che la torta al cioccolato e vino si apprezza bene quando è calda, perché mantiene bene il suo aroma. Se è coperta con lo zucchero a velo si può consumare anche subito estratta dal forno, passati pochi minuti; se è glassata, bisogna dare un po’ di tempo alla glassa per seccare, almeno in parte, e di penetrare nelle fessure che avevamo fatto prima. La glassa mantiene il calore del dolce, per cui anche se aspettiamo un po’ di più per mangiarlo l’aroma lo sentiremo lo stesso, evitando però di scottarsi con la copertura della torta.

Condividi questo post con il mondo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

© Copyright 2016 Cioccolato.org I migliori articoli del Web sul Cioccolato!