Come diventare maître chocolatier

Tra tutte le professioni, quella del maître chocolatier è indubbiamente una delle più golose e ambite.

Entrare nel magico mondo del cioccolato dall’interno, lavorare il cacao per trasformarlo in squisite tavolette, in blocchi o morbidi cioccolatini è qualcosa di impareggiabile. Diventare maître chocolatier ad alti livelli, però, richiede tempo e fatica, anche se il tempo speso viene ripagato da grandi soddisfazioni personali ed economiche.

La formazione teorica

Il primo passo per imparare il mestiere di maître chocolatier è la scelta di un buon percorso di studi in un istituto di formazione dedicato. Prima di passare all’arte del cioccolato, può essere utile iniziare con un corso di pasticceria, utile per apprendere le basi della professione. Molti dei principali corsi per pasticciere comprendono anche moduli specifici sul cioccolato: tra questi, vi sono CAST Alimenti a BresciaEtoile a Tuscania, in provincia di Viterbo e ALMA a Colorno, in provincia di Parma.

Dopo aver acquisito le nozioni necessarie per iniziare la professione, è necessario iscriversi a corsi specifici per la lavorazione del cioccolato. Presso tali corsi è possibile imparare l’ABC dell’arte cioccolatiera, dalla scelta delle fave di cacao alla loro miscelazione. Una buona conoscenza delle materie prime impiegate e una buona dose di sensibilità ed esperienza sono requisiti fondamenti per un eccellente maître chocolatier.

L’esperienza di bottega

Non bisogna dimenticare che i maestri cioccolatieri sono prima di tutto degli ottimi artigiani.

Per questo motivo, alla formazione teorica va sempre affiancata una buona gavetta presso pasticcerie e cioccolaterie, per imparare trucchi e segreti del mestiere. L’arte del cioccolato da anni si tramanda di laboratorio in laboratorio e varia a seconda della regione di appartenenza. La professione si trasmette oralmente, attraverso gesti e procedure: solo facendo pratica in bottega sarà possibile apprendere le giuste nozioni per diventare un cioccolataio professionista.

Le migliori scuole di formazione

Abbiamo già accennato della presenza sul territorio di diverse scuole di formazione per la lavorazione del cioccolato. Tra queste, vi elenchiamo le loro caratteristiche principali:

  • CAST Alimenti: Presso la scuola è possibile seguire un corso teorico-pratico dedicato all’arte della cioccolateria. Il corso è a numero chiuso e dura quattro settimane, per un totale di 160 ore. Le aule dispongono di materiali all’avanguardia e di tutti gli strumenti utili a simulare situazioni lavorative. Alla fine del corso viene rilasciato un attestato di frequenza.
  • Etoile: La scuola offre un corso per diventare pasticciere professionista, comprensivo di diversi moduli. Tra questi è presente quello dedicato al cacao e al cioccolato e alle loro tecniche di lavorazione. Il corso dura otto mesi, con tre mesi di permanenza in campus e quattro/cinque mesi di stage in strutture convenzionate. Alla fine del corso viene rilasciato un attestato di frequenza.
  • ALMA: Oltre al corso base in pasticceria, la scuola offre un corso superiore di pasticceria comprendente anche un modulo dedicato al cioccolato. La durata è di sette mesi totali, divisi in tre mesi e mezzo di aula e tre mesi e mezzo di stage presso pasticcerie italiane convenzionate. A fine corso è previsto un esame e il rilascio di un attestato.

Oltre alle scuole già menzionate, in tutta Italia vi sono diversi istituti dedicati alla pasticceria e alla lavorazione del cioccolato. Se il vostro sogno è quello di diventare un maître chocolatier, verificate se anche nella vostra regione sono presenti scuole specializzanti e fate della vostra passione un vero e proprio lavoro.

Condividi questo post con il mondo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

© Copyright 2017 Cioccolato.org I migliori articoli del Web sul Cioccolato!